ADOV - AudioLibri

Sede principale: Via Cardano, 14 - 27100 Pavia

Telefono: +39 333 6492041

E-mail: adov@adov.it

http://www.willemhartman.nl http://www.hadesign.nl http://www.backtomusicevents.nl http://www.houseofwax.nl http://www.houseofwax.nl https://www.cowinter.com

News

05.03.2019 -  Dalla Provincia Pavese Libri per chi non può leggere: 90 volontari «donano» la voce        

 Per Adov leggono e registrano gratuitamente saggi, testi scolastici e romanzi. Giuliana Giardini: «Una copia in cd viene consegnata anche alla Bonetta»

«Quando abbiamo letto un libro proviamo a dare ad altri, che non possono leggere, il piacere di ascoltarlo». Lo spirito dei volontari di Adov Pavia (associazione donatori di voce) è tutto in queste parole con cui riassumono la loro opera. Una novantina di soci che, in maniera assolutamente gratuita, prestano la voce per registrare a computer libri destinati a persone non vedenti o ipovedenti, ma anche a studenti dislessici che faticano a leggere i libri dati per i compiti delle vacanze o comunque a soggetti affetti da patologie invalidanti (come la sclerosi multipla o la Sla) che rendono impossibile il gesto di sfogliare le pagine di un libro. 

Dal 2013 alla presidenza dell'Adov Pavia c'è Giuliana Giardini, succeduta a Claudia Severi. A fondare questa associazione fu Vincenzo Orfino, nel 1998, ipovedente che decise di mettere in moto questa grande macchina organizzativa. A lui oggi, insieme all'altro storico volontario Giuseppe Rossi, è intitolata l'Adov. 

 


Ma come funziona concretamente l'attività volontaristica? «Nell'archivio del nostro sito (www.adov.it) si trova l'elenco di tutti i libri che abbiamo letto e che sono disponibili per gli utenti impossibilitati a leggere autonomamente – spiega Giuliana Giardini – basta registrarsi, facendoci avere la documentazione che attesta il diritto ad accedere gratuitamente al servizio, e poi viene assegnato un codice con cui si ottiene libero accesso alla libreria».

E' tutto il risvolto umano che si sviluppa dietro ad un'azione meccanica e solo apparentemente anonima. 
Sono cinquecento gli utenti del servizio Adov, sparsi in tutta Italia, che leggono i libri registrati a Pavia ed ora anche a Genova, dove è nata una "costola" dell'associazione che cura in maniera particolare le tecniche per l'accesso riservato ai ragazzi dislessici. Inoltre c'è anche un bel progetto portato avanti a Torre del Gallo, dove un corso di lettura espressiva dei volontari ha portato un gruppo di detenuti della sezione protetta ad offrire la propria voce per nuove registrazioni. Il prossimo 13 marzo comincerà il nuovo corso per aspiranti volontari. Avrà cadenza settimanale, ogni mercoledì sera alle 20.30 presso la sede Adov in via Cardano 14. Al costo di 35 euro sarà possibile usufruire di dieci lezioni di dizione, per imparare a leggere in maniera corretta. Si chiuderà a quindici iscritti e di nuovi volontari, giovani e con la voglia di mettere la voce a disposizione degli altri, l'associazione ha davvero tanto bisogno. —

Daniela Scherrer 

« Torna all'archivio delle news